Dal freddo al caldo.

Dal freddo al caldo.

  1. Avvolgere le patate con la carta stagnola e infornarle a 220° per 40 minuti.
  2. Tagliare la cipolla e rosolarla in padella a fuoco basso per 20 minuti.
  3. Aggiungere acqua nel caso si asciugasse troppo.
  4. A fine cottura aggiungere qualche goccia di aceto balsamico di Modena IGP e spegnere il fuoco.
  5. Sfilettare le quaglie e tenere per ognuna due petti e due cosce.
  6. Marinare i petti con olio extra vergine di oliva, sale e rosmarino, metterli in una padella con dell’olio extra vergine di oliva e rosolare 3 o 4 minuti per parte.
  7. Infine schiacciare un pomodoro e unirlo ai petti di quaglia.
  8. Pulire le cosce, impanarle prima nell’uovo e poi nella farina di mais, friggere in olio extra vergine di oliva.
  9. Togliere il formaggio dalla foglia di fico e con esso farcire la patata tagliata a metà.
  10. Impiattare la quaglia in due cotture al centro del piatto.

Tempo: 45 min


Difficoltà:☆ ☆ ☆


X 4 persone

  • Quaglie siberiane (4)
  • Patate di Rotzo (4)
  • Formaggio Ficu (4 cucchiai)
  • Cipolla di Acquaviva (1)
  • Farina di mais Marano
  • Pomodori neri di Crimea(4)
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Rosmarino
  • Aceto Balsamico di Modena IGP
  • Uova bianche di gallina livornese
Scritto il 14/05/2015 Ricette 0

Scrivi un commento

Devi essere loggato per commentare.
x

Ultimi commenti

Non ci sono commenti

Cerca nel blog

Prec.
Succ.